Nutrizione


Dott.ssa Andria Bongiorno  |

           ATTIVITA' DEL NUTRIZIONISTA

La professione del nutrizionista riguarda il rapporto tra l’alimentazione e lo stato di benessere; molti comuni aspetti riguardanti la salute della persona possono essere modulati con una dieta appropriata. L’importanza e lo stretto legame del binomio “alimentazione e buona salute” è uno dei fattori che maggiormente incidono sullo sviluppo, sul rendimento e sulla produttività delle persone, sulla qualità della vita e sulle condizioni psico-fisiche con cui si affronta l’invecchiamento. Inoltre una dieta corretta è un validissimo strumento di prevenzione per molte malattie e di trattamento per molte altre. Gli studi scientifici lo dimostrano: la salute si costruisce a tavola, sulla base del cibo che mangiamo. È dunque importante dare la giusta importanza a una dieta varia ed equilibrata, caratterizzata dall’assunzione bilanciata dei vari nutrienti. Un corretto stile alimentare contribuisce a costruire, rafforzare, mantenere il corpo e a fornire l’energia quotidiana indispensabile al buon funzionamento dell’organismo.

Le Prestazioni

  • Prima visita: 1hr 
  • Visita di controllo: 30/40 min 
  • Test DNA, sport
  • Test DNA, slim
  • Test DNA, intolleranze
  • Test DNA, health

              IMPEDENZIOMETRIA

    Analisi della composizione corporea: BIOIMPEDENZIOMETRIA. La BIA (Bioimpedenziometria) è un esame bioelettrico, non invasivo, per l’analisi quantitativa e qualitativa della composizione corporea. Questa analisi, non invasiva, permette di ottenere nell’immediato i valori corporei di : massa grassa, massa magra, massa muscolare, ritenzione idrica, fabbisogno metabolico, peso ideale. I risultati ottenuti dall’analisi, BIA, vengono commentati in sede di visita con il paziente e successivamente utilizzati per l’elaborazione del piano alimentare personalizzato.

              MALNUTRIZIONE e SOTTOPESO

    Per malnutrizione si intende, una condizione patologica che si instaura quando l’organismo non riceve i vari nutrienti in proporzioni adeguate. le conseguenze della sottoalimentazione sono: dimagrimento sempre più accentuato, apatia, depressione, debolezza muscolare, minore resistenza alle infezioni, invecchiamento precoce e, infine la morte. Alla sottoalimentazione si aggiunge anche la patologia connessa alla mancanza delle vitamine, da cui derivano le cosiddette “malattie da carenza”.

              SOVRAPPESO e OBESITA’

    L’alimentazione è dunque importantissima sia per la prevenzione che per la risoluzione di obesità e sovrappeso. L’obesità è una patologia caratterizzata da un eccessivo accumulo di grasso corporeo che può indurre all’insorgenza di effetti negativi sulla salute, con conseguente riduzione dell’aspettativa di vita. L’obesità è quasi sempre correlata ad altre patologie, tra queste: disfunzioni cardiocircolatorie, diabete, ictus, sindrome da apnee notturne e patologie a carico del sistema osteo-articolare. L’obesità è più comunemente causata da una combinazione di eccessivo apporto calorico derivante da un alimentazione scorretta e da uno stile di vita sedentario e privo di un abituale esercizio fisico. Il nutrizionista, nella patologia dell’obesità, svolge un ruolo fondamentale nel supporto di riabilitazione nutrizionale del paziente prima e dopo un probabile intervento chirurgico.

             DISTURBI GASTROINTESTINALI

    Per la stretta connessione esistente fra alimentazione e digestione, la patologia dell’apparato gastrointestinale è considerata correlata agli aspetti qualitativi e quantitativi dell’alimentazione. Le patologie più frequenti riguardano: patologia dell’esofago, disordini funzionali dell’apparato digerente, patologie intestinali (stipsi, diverticolosi, diarree, malattia celiaca, morbo di Crohn e colite ulcerosa ), malattie del fegato ( epatiti e cirrosi), patologia delle vie biliari ( calcolosi della colecisti), malattie del pancreas.

            ALLERGIE E INTOLLERANZE ALIMENTARI

    Un’alimentazione equilibrata di esclusione di tutti quegli alimenti e/o categorie alimentari che comportano una difficile digestione, gonfiore, stanchezza, irritabilità etc… permette di raggiungere uno stato di benessere e di mantenerlo nel tempo.

            PATOLOGIE ENDOCRINE e METABOLICHE

    Alimenti e ormoni hanno molto in comune: entrambe le categorie sono costituite da composti chimici che scatenano reazioni a livello cellulare. Poche persone conoscono l’effetto che ha il cibo sugli ormoni prodotti dal nostro organismo, ecco perché vi sono delle diete specifiche per diabetici, cardiopatici ed ipertesi. La diretta influenza che il cibo ha nei riguardi degli ormoni permette di valutare l’alimentazione più corretta a fronte delle differenti patologie endocrine come: ipo e ipertiroidismo, osteoporosi, dislipidemie e diabete. Non meno importante è l’azione del cibo nelle alterazioni dei processi ormonali che insorgono nella menopausa.
    Share by: